Luglio 2, 2022

Nessun dolore con i guadagni? Sì, è possibile!

Dolori muscolari !! non sono sempre indicatori di una buona formazione

Nessun dolore con i guadagni? Sì, è possibile!

Lunedì sono andato a provare su strada uno dei leggings, che farà parte della nostra selezione di basi da palestra, per Perfect Fit Clothings.
E niente di meglio per provare alcuni leggings di un buon allenamento per le gambe ! Giusto?

Era un allenamento per le gambe che si concentrava maggiormente sui quadricipiti, dove normalmente eseguo 12 serie, fino al fallimento, (cioè 3 esercizi da 4 serie ciascuno, con carichi elevati) .

Ho eseguito un pre-esaurimento con leg extension, e quando sono arrivato alla seconda serie del 2 ° esercizio, (front squat), ero convinto che, su quel piano, dei due uno, o scapperei fuori dalla palestra o oggi non sarei in grado di camminare.

Ebbene, ieri mattina, quando mi sono svegliato, con mio grande stupore, non mi sentivo come se mi aspettassi, e una delle prime cose che ho detto a Filipe è stata che nessuna delle mie previsioni sul dolore era vera.

Ovviamente sento i segni dell’allenamento di ieri sulle mie gambe, se non avessi sentito sarebbe stato un brutto segno, ma dolori, quei dolori , sai, quelli che riusciamo a malapena a camminare oa sederci ?! Non proprio ..

Ed è qui che il tema di oggi ..

NESSUN DOLORE non significa NESSUN GUADAGNO

Ad ogni modo, sappiamo già che l’allenamento del bodybuilding da solo provoca letteralmente i leoni nel nostro tessuto muscolare, e che è a causa di queste piccole rotture nelle fibre, causate da uno sforzo eccessivo, che sentiamo dolore muscolare dopo l’allenamento e che questi possono iniziare a farsi sentire tra le 6 e le 8 ore e di solito il picco in circa 48 ore. (in altre parole, sto ancora andando nel tempo kkkk)

Ovviamente questo dolore è diverso dal dolore (bruciore) che proviamo durante l’allenamento ed è anche diverso dal dolore che è segno di danno muscolare.

Quando il dolore non è un segno di progresso

È comune per alcune persone pensare che un buon allenamento sia quello che ci fa molto male nei giorni successivi e che questo dolore sarà sempre l’indicatore della crescita muscolare che potremmo avere, ma non lo è! questo non è necessariamente vero …

In altre parole, il dolore non è sempre il modo migliore per misurare i nostri progressi.

Per non parlare degli studi che hanno osservato che il dolore muscolare tardivo potrebbe non essere un segno / o essere direttamente correlato all’ipertrofia (ad esempio nel caso di atleti di resistenza che hanno alti tassi di dolore muscolare tardivo e nessun / segno significativo di ipertrofia).

Diventare estremamente doloranti dopo l’allenamento può essere solo un segno che:

  • Siamo stati senza formazione per un po ‘di tempo (ovviamente);
  • Il corpo non è abituato a determinati stimoli (ho seguito due corsi di cross training e ho preso dei trucchi autentici);
  • Quando l’allenamento era una completa esagerazione (che può ancora essere controproducente, in termini di ipertrofia);
  • Modifica del piano di allenamento (nuovi esercizi o un numero di serie e ripetizioni a cui il nostro corpo non è abituato).

Ogni volta che ci troviamo in una di queste situazioni, possiamo aspettarci dolore muscolare e grande dolore, ma semplicemente non sarà un segno di progresso.

Metodi efficaci per misurare i progressi

Sebbene noi, come molti bodybuilder amiamo la sensazione di essere esausti e “distrutti” alla fine di un allenamento, questo non è il vero obiettivo di un allenamento.
Molto meno dovrebbero essere i dolori mostruosi nei giorni seguenti.
Il vero obiettivo è fare progressi, sia nella forza che nella dimensione muscolare.

E uno dei modi migliori per misurare i progressi è il sovraccarico progressivo , ovviamente a un tasso accettabile e realistico. In altre parole, essere in grado di aumentare periodicamente il carico che utilizziamo negli esercizi è un segno innegabile che stiamo diventando più forti.

Un altro modo per misurare i progressi, è in termini di dimensione muscolare , guadagnare più centimetri, è un segno innegabile che stiamo diventando più grandi, niente come usare un metro a nastro.

Dolore muscolare e fattori individuali.

Nel tempo, il nostro corpo si abitua a stimoli, danni muscolari e l’intero processo infiammatorio, e poiché questo potremmo avere una minore incidenza di dolore muscolare in determinati gruppi e ciò non significa che l’allenamento sia stato schifoso.

Per farti un esempio, come regola generale mi sento sempre molto più dolorante nell’allenamento per gli arti superiori che nell’allenamento per gli arti inferiori, perché i muscoli delle gambe sono molto, molto più forti di dietro, con Filipe, è vero il contrario, se lui non fosse un atleta di panca e io fossi morto …

In breve, quando non senti dolore muscolare, ricorda che anche senza dolore il processo di ipertrofia continua a verificarsi, quindi l’assenza di forti dolori non significa necessariamente che l’allenamento sia stato vano. E che esistono modi più efficaci per misurare i tuoi progressi.